Integratori per la massa muscolare

Gentilissimi,

anche a seguito di numerose telefonate, vorrei oggi affrontare con voi un discorso abbastanza delicato, spesso dibattuto ed a volte demonizzato: l’integrazione per aumentare la massa muscolare nei cani di taglia media, grande o gigante.
Ho volutamente scritto integrazione, perchè non voglio nemmeno affrontare il discorso anabolizzanti, e sono sicuro sarete tutti d’accordo con me.

L’uso di integratori contenenti aminoacidi per aumentare la muscolatura viene considerata non necessaria, se non addirittura impropria, spesso proprio da quei proprietari o allevatori che utilizzano alimenti iperproteici (magari grain free, come Orygen, Acana, Farmina ed altri), oppure da quelli che adottano la dieta Barf… un controsenso!

Aminoacidi e proteine sono sostanze importantissime per l’organismo e devono essere assunte in quantità adeguata alle reali necessità; l’unica vera controindicazione di un’alimentazione iper-proteica nel cane (perchè nel gatto è il contrario!) è dovuta alla malattia renale cronica, dove le proteine della dieta devono essere ben valutate perchè dal loro metabolismo si generano urea e creatinina che, quando il rene non riesce ad eliminarle, si accumulano “intossicando” il cane.

Consigliamo di utilizzare integratori per sostenere o sviluppare la massa muscolare negli animali sportivi, in quelli che abbiano subito un infortunio (fratture, rotture legamentose, strappi muscolari) a seguito del quale vi sia ipomobilità di uno o più arti e conseguente ipotrofia dei muscoli interessati; negli animali debilitati o che non si alimentino a sufficienza, (femmine in gestazione/allattamento), o nei cuccioli con crescita lenta o stentata.

Nello specifico, ricordo un proprietario di un Rottweiler di 5 mesi che mi ha chiesto informazioni sul nostro integratore specifico trovato sul sito di un rivenditore; il cane mangiava un alimento con un’alta % di proteine e l’allevatore (giustamente) ha consigliato di sottodosare rispetto al cartellino del produttore di mangime: tutto giusto, ma a fronte dei 600 grammi previsti dal cartellino, il proprietario ne somministrava al cane 400 grammi (io consiglio di sottodosare di un 10/15 % le dosi consigliate dai produttori di mangimi, nel caso specifico eravamo sotto di oltre il 30%), per cui vedeva il cane con una muscolatura inadeguata e cercava un integratore per svilupparla.

In questo caso ho risposto che, probabilmente, sarebbe stato sufficiente aumentare la razione giornaliera e solo in un secondo momento, se non si fosse ottenuto il risultato voluto o il cane fosse ingrassato troppo, si sarebbero potuti prendere in considerazione gli integratori.

L’alimentazione è la cosa più importante e molti cani tendono ad aumentare di peso a causa dell’eccesso di carboidrati contenuti negli alimenti di qualità inferiore; fare molta attenzione al cartellino del mangime e spendere qualche euro in più al chilo per i propri animali, credo sia la soluzione migliore per avere un cane in buona salute (nel gatto, così come nei cani di piccola taglia, il problema non si pone).

Un caro saluto.

Andrea Maurizzi
Vet-Service srl
tel. 051 0495370